Condividi su Facebook
Condividi su Twitter
Condividi su Reddit

MSI Modern AM241

Un All-in-One PC per fare di tutto, su Windows o Linux.

RECENSIONE Brand Micro-Star International Online dal 6 maggio 2021 Discussione Leggi i commenti
Video Recensione MSI Modern AM241 All-In-One PC

          Un anno fa, di questi tempi, provavo un piccolo computer MSI e un monitor abbinato da 24 pollici. Adesso l'azienda ha inserito un PC simile nel telaio di un monitor simile ed ha tirato fuori il primo All-In-One della linea Modern. Si chiama AM241, ed è disponibile in Italia con prezzi compresi tra 899 e 1299 euro. Usa le nuove piattaforme Intel Tiger Lake (11° generazione, con la famosa grafica Xe) ed esiste in tre varianti: con base standard, con base Pivot (P), con base Pivot e schermo touchscreen (PT). Tutte le confezioni includono - va fatto notare - una webcam 1080P, e un kit con mouse e tastiera wireless, quindi tutto è pronto anche per l'ufficio.

Il mio All-In-One AM241 ha la scheda tecnica migliore: i7-1165G7, 16 GB di RAM, 512 GB di SSD, Windows 10 Pro con Bitlocker attivo sulla partizione di sistema. La configurazione estesa include Wi-Fi 6, Bluetooth 5.1, un totale di 4 porte USB 3.2 Gen2, altre 2 porte USB 2.0, Ethernet, HDMI-Out e HDMI-In. C'è anche uno sportellino sul fianco per inserire, volendo a caldo, un disco da 2.5 pollici. Ecco i dettagli.

SCHEDA TECNICA

Schermo23.8 pollici IPS / 1920 x 1080 px / Opaco / Touch opzionale ProcessoreIntel Core i5-1135G7 o Core i7-1165G7 Scheda graficaIntel XE Graphic (96 EU) RAM8 - 16 GB DDR4 / 2 slot (max 64 GB) ArchiviazioneSSD NVMe 256 o 512 GB + SATA 3 1 TB (2.5 pollici) ReteWi-Fi 6 Intel AX201 / Bluetooth 5.1 / Gigabit Ethernet Porte2x USB-C 3.2 Gen 2 / 2x USB-A 3.2 Gen 2 / 3x USB-A 2.0 / HDMI-IN / HDMI-OUT / Jack audio 3.5 mm Telaio541 x 176 x 407 mm / 4.5 kg / Supporto VESA 75x75 mm ConfezioneMouse e tastiera wireless / Webcam 1080P USB / Supporto VESA / Cavi AltroAlimentatore esterno 120 watt / Audio 2x 3 W / Regolazione tilt -5° ~ 15°
Scheda tecnica MSI Modern AM241 All-In-One PC
FIG. 1. Porte di espansione.

Le porte di espansione di MSI Modern AM241 sono sui lati e sul retro. Il fianco destro contiene lo slot per inserire un disco da 2.5 pollici. Una delle USB 2.0 è nascosta in alto, sopra la staffa: serve a collegare la webcam.

Come va

          Nella video recensione ho definito intelligente questa dotazione perché basta allungare il braccio per arrivare alle porte più importanti e perché si può usare lo schermo integrato come monitor di altri computer - anche quando il PC è spento. Ammetto che questa è una delle sue doti migliori, o meglio quella che me lo ha fatto apprezzare di più in queste tre settimane di prova. L'ho attaccato alla staffa VESA della scrivania, e l'ho usato un po' per conto suo, un po' come secondo monitor della mia workstation Ryzen. Non ho dovuto scegliere tra l'All-In-One PC o il monitor, ho avuto entrambi. E non sono stato nemmeno costretto a tenere acceso il PC integrato quando voglio usarlo solo come monitor. Di contro, non c'è lo Split Screen o il Picture-in-Picture quindi bisogna cambiare a mano la sorgente di ingresso, ma sono due click.

MSI Modern AM241 All-In-One PC con Linux, mouse e tastiera
FIG. 2. MSI Modern AM241 su Arch Linux con Gnome 40. Webcam, mouse e tastiera wireless sono inclusi in confezione.
MSI Modern AM241 All-In-One PC: la webcam Full HD inclusa in confezione
FIG. 3. La webcam 1080P di MSI Modern AM241 è inclusa in confezione.
MSI Modern AM241 All-In-One PC: porte di espansione
FIG. 4. MSI Modern AM241: le porte di espansione sono principalmente sul lato sinistro.

La mia stima è aumentata quando ho capito come smontare MSI AM241 per aggiornare la RAM, il modulo SSD e la scheda Wi-Fi. Il manuale utente mi aveva lasciato questa sensazione ma togliere le viti seguendo l'intuito e pezzo pezzo vederlo aprirsi e mostrarmi tutto, è stato divertente. È anche per questo motivo che sopra, ad inizio recensione, ho scritto di un PC messo dentro un monitor. C'è una scheda madre poco più grande del formato NUC, collegata ad una dock SATA e a quello che sembra un convertitore di segnale video per le uscite/ingressi monitor. Smontare tutto è sconsigliato perché invalida la garanzia, ma è bene sapere che ci sono possibilità di miglioramento nel tempo perché l'assemblaggio interno sembra artigianale, non troppo integrato. Quindi se tra due o tre anni dovesse venir voglia di portare la RAM a 64 GB, o il modulo SSD a 2 TB, o tutte e due le cose, ma anche sostituire la ventola o migliorare la scheda wireless con lo standard dei tempi, ecco che si potrà.

Le prestazioni della mia unità sono sprecate per l'uso in ufficio. Con il Core i7-1165G7 UP3 (10nm+, SuperFin secondo la nomenclatura di Intel), quindi con range TDP di 12-28 watt e spunto (PL2) di 45 watt, perlopiù sostenuto da quella ventolona sempre accesa (ci torneremo tra un attimo), si fa montaggio video, si gioca in Full HD, si usano software per la creazione di contenuti con una facilità di elaborazione che sta a metà tra la workstation da ufficio e quella pompata e dedicata. La Tiger Lake UP3 resta una piattaforma a basso consumo perché su presa, monitor incluso, non ho mai superato i 60 watt - quanto un solo NUC Performance 6-core del 2020, per dire -, ma tra l'aiuto della grafica Xe, le RAM Dual Channel, la SSD PCI-E, e, appunto, quella ventola a far fuori ogni possibile traccia di limite termico (niente throttling), il mio Modern AM241 fa più del previsto.

MSI Modern AM241 All-In-One PC: interni
FIG. 5. Un MSI Modern AM241 smontato. Si può aggiornare la memoria RAM fino a 64 GB, e si può sostituire sia il modulo SSD sia la scheda Wi-Fi.

Per l'uso in ufficio o a casa consiglio la variante con Intel Core i5 soprattutto assieme a 16 GB di RAM. I grafici registrati durante gli stress test sono noiosi perché confermano il comportamento previsto. In Single Core, questa CPU arriva a 4.7 GHz; in Multi Core, è stabile sui 3.2 GHz con TDP a regime di 28 watt; nel benchmark Unigine Superposition si vede la GPU reggere gli 1.3 GHz senza mai rallentare. E il tutto con temperature tra 80°C e 90°C quindi mai vicine ai 100°C di TJUNCTION. Anche i punteggi di 3DMark, PCMark e CineBench R20 confermano il guadagno dato dalla GPU rispetto alle precedenti integrate Intel.

MSI Modern AM241
i7-1165G7 4-core
MSI Cubi 5
i7-1051U 4-core
Intel NUC 10
i7-1071U 6-core
Cinebench R20CPU: 2210 pts
CPU Single: 579 pts
CPU: 1158 pts
CPU Single: 392 pts
CPU: 2289 pts
CPU Single: 472 pts
PCMark 10512232604388
3DMark Time Spy1375
CPU: 4265
395
CPU: 2357
512
CPU: 4766
Temperatura CPU
Prime95 15 min
Max: 95°CMax: 75°CMax: 98°C
Consumo su presaMax: 60 watt*Max: 25 wattMax: 61 watt
TAB. 1. Prestazioni a confronto.

Test eseguiti in modalità energetica "Prestazioni" e con l'ultima versione di Windows 10 disponibile. *: il consumo include il monitor.

MSI Modern AM241 All-In-One PC: stress test CPU Single Core
FIG. 6. Comportamento della CPU Intel Core i7-1165G7 su MSI Modern AM241 durante il benchmark Cinebench R23 Single Core.
MSI Modern AM241 All-In-One PC: stress test Handbrake
FIG. 7. Comportamento della CPU Intel Core i7-1165G7 su MSI Modern AM241 durante una conversione video Handbrake della durata superiore ai 30 minuti.
MSI Modern AM241 All-In-One PC: stress test GPU con Unigine Superposition
FIG. 8. Comportamento della GPU Intel Xe Graphics su MSI Modern AM241 durante il benchmark ripetuto Unigine Superposition.

Il compromesso di queste temperature è sentire girare sempre e comunque la ventola interna. Nel video ho cercato di spiegare meglio quella che credo sia una mancanza software, un profilo energetico non ancora inserito. Qui devo precisare che faccio queste prove settimane prima della distribuzione ufficiale; mentre scrivo, la pagina di supporto ufficiale (link a fine articolo) ha un solo BIOS disponibile (versione 810 del 5/5/21). Fatto sta che la ventola gira sempre sopra i 2500 rpm e arriva a 5000 rpm quando tutto sale. C'è un grafico, qua attorno, per un approfondimento. Fossi in MSI, aggiungerei un profilo energetico con ventola attorno ai 1000 rpm durante le operazioni comuni, da portare prima a 2500 e poi a 4000 rpm quando serve; i 5000 rpm sono eccessivi. Il telaio posteriore ha delle grosse prese d'aria e la scheda madre smaltisce il calore verso l'alto; le temperature si possono tenere un po' più alte (anche di 10°C) a vantaggio di un computer che diventerebbe silenzioso nella maggior parte del tempo.

SUPPORTO LINUX

Ho installato sia Arch Linux sia Fedora 34 senza impicci. Di fatto, non dovrebbero esserci imprevisti con i kernel più recenti. Tutto funziona senza richiedere driver aggiuntivi o procedure particolari. Su un desktop da 23.8 pollici Full HD consiglio un tiling windows manager come i3-wm, herbstluftem, dwm e compagnia bella. Non le ho messe in pratica ma tutte le mie rice sono adatte; magari è meglio partire da quella per il Chromebook perché è meno essenziale delle altre e sfrutta un po' di più l'hardware sotto.

ANALISI DISPLAY

PannelloMSI1462 Luminosità massima175 nits (80%) Contrasto900:1 sRGB94% DeltaE MedioGrigi: 8.4 / Colore: 5
MSI Modern AM241 All-In-One PC: velocità rotazione ventola
FIG. 9. Velocità di rotazione della ventola di MSI Modern AM241 in diversi contesti di utilizzo. Non scende mai sotto i 2700 rpm.
MSI Modern AM241 All-In-One PC: consumo massimo su presa
FIG. 10. Consumo massimo su presa di MSI Modern AM241. L'alimentatore dei modelli con CPU Intel Core è da 120 watt.

Nel prossimo BIOS correggerei anche la luminosità del display. Mentre scrivo, ancora con la premessa fatta sopra, non si può portare lo schermo al 100% di luminosità; lo si fa via software, ma lato hardware c'è un tetto all'80%. È un problema software perché i profili colore preimpostati (filtro luce blu, sRGB, progettista, cinema) non fanno cambiare quel parametro; e no, nemmeno nel profilo utente, quello personalizzabile. Ne consegue che la luminosità massima che sono riuscito a registrare è di 175 nits con un contrasto inferiore a 1000:1. Anche la calibratura di fabbrica (sRGB 94%) non è un granché; anzi, credo che il pannello non venga calibrato prima di essere chiuso nella confezione. Non lo vedo un grosso limite visto l'utente aziendale su cui ragiona MSI, ma è ancora tutto a portata di aggiornamento firmware.



MSI Modern AM241 All-In-One PC con Windows 10 Pro
FIG. 11. Windows 10 Pro su MSI Modern AM241. Il sistema arriva con SSD criptata da BitLocker.
MSI Modern AM241 All-In-One PC con Linux
FIG. 12. Arch Linux su MSI Modern AM241. Tutti i componenti sono riconosciuti.

Conclusioni

          MSI Modern AM241 non è un All-In-One PC futuristico e top di gamma. Non è un iMac M1 viola e giallo, per dire. Punta sull'esperienza di MSI in fatto di assemblaggio e setup spinti per mettere insieme un computer veloce, completo di porte standard e di accessori wireless, comodo al punto da poter essere usato come semplice monitor, affidabile negli anni perché assemblato con componenti separati perlopiù aggiornabili, e compatibile con Windows e Linux senza vincoli. È un bell'esempio di buone scelte commerciali. I prezzi vanno da 899 a 1299 euro e cambiano a seconda della configurazione. La macchina è distribuita proprio in queste ore, quindi consiglio di cercare online l'offerta migliore. Per altri dettagli visitate la pagina di supporto ufficiale sul sito MSI Italia.

Video Recensione MSI Modern AM241 All-In-One PC