Condividi su Facebook
Condividi su Twitter
Condividi su Reddit

Il progetto di recupero portatili

Ecco qua: 5 settimane, 142 computer, 123 famiglie aiutate.

SOLIDARIETÀ Autore Riccardo Palombo Online dal 3 maggio 2020 Discussione Leggi i commenti
Progetto restauro PC di Riccardo Palombo

          Dal 27 marzo al 3 maggio 2020, in piena quarantena COVID-19, ho restaurato i vostri computer e li ho donati alle scuole. Me li son fatti mandare qua, a casa mia. Ho usato le vostre donazioni per comprare i componenti necessari (RAM, SSD, batterie, alimentatori, tastiere) e per pagare le spese di ritiro e consegna. Nei giorni, ho contato sul supporto di Lenovo, con una donazione di 17 portatili Miix 320, e di Logitech, con l'invio di 25 mouse wireless. Il progetto di recupero laptop non ha mai avuto un nome ufficiale, un hashtag, uno slogan. Ne ho parlato su Radio24, l'ho promosso su tutti i miei account social e nei canali dei colleghi che mi hanno ospitato, ma solo adesso trovo il tempo di fermarmi e tirare le somme. Queste somme.

TUTTI I NUMERI

Macchine ricevute134 laptop, 1 iMac, 7 tablet Macchine donate123 tra laptop, desktop e tablet Scuole coinvolte45 tra scuole e istituti Regioni interessate15 regioni Aziende coinvolte2: Lenovo / Logitech Donazioni ricevute11033 euro Spese attuali4447 euro Rimanenze3 laptop rotti / 16 non utilizzabili
Adesivi Riccardo Palombo
FIG. 1. Clicca per ingrandire.

Questi adesivi sono stati attaccati su ogni macchina donata.

A tutti i computer con disco meccanico di serie ho montato un modulo SSD da 60 o 120 GB a seconda dell'installazione di Linux o Windows 10. Ho cercato di aggiungere più RAM possibile; quindi 2, 4, 6 o 8 GB a seconda della disponibilità di modulo, del tipo di OS, del tipo di prodotto. Con 2 GB sono rimasti i netbook e certi convertibili con memoria saldata. A tutti i computer ho pulito gli interni, ho soffiato via la polvere dalle ventole e dalle griglie di aerazione; ad alcuni ho cambiato la pasta termica a CPU e GPU, ma il più delle volte non è servito a renderli silenziosi, solo un po' più freddi. Certe macchine avevano una batteria ormai del tutto scarica o con pochi minuti di autonomia: l'ho cambiata. Certe macchine avevano la tastiera danneggiata, con un tasto mancante o incrostazioni troppo vecchie da pulire via: ho montato delle nuove tastiere. Idem per gli alimentatori: quando erano malridotti, li ho sostituti. In un paio di occasioni ho dovuto cambiare la batteria CMOS.

I computer Lenovo donati da Riccardo Palombo.
FIG. 2. Ecco i 17 convertibili Miix 320 donati da Lenovo Italia. Un gesto che non dimenticherò.

E che dire dei sistemi operativi? Ho usato Windows 10 dove possibile e dove era già presente, e Linux Mint XFCE 19.3 in tutte le altre. Se non ricordo, male durante i primi giorni, ho installato anche Linux Mint Debian Edition con Cinnamon, ma poi ho virato su XFCE. Perché ho scelto questa distro? Perchè l'ho trovata già curata e quasi pronta: giusto un paio di aggiunte, tre icone sul desktop, lo sfondo personalizzato, e via. Le scuole volevano hardware per fare video lezioni e quindi ho cercato di installare più software adatti a questo: da Zoom a Teams, passando per Skype e per dei bei collegamenti a Google Meet. Linux è finito anche nei MacBook "bianchi", mentre i MacBook Pro "argentati" hanno ricevuto l'ultimo macOS supportato: El Capitan o High Sierra.

Alle macchine con Windows 10 ho cercato di ottimizzare le prestazioni: questo script tutto-in-uno di cui vi ho parlato più volte, niente "Protezione di Sistema", nessun effetto grafico, niente trasparenza, niente Bitlocker nei modelli con Windows 10 Pro. Grazie al supporto di alcuni ragazzi ho potuto inserire degli sfondi del desktop personalizzati e firmati Riccardo.im. Li condividerò appena possible sul canale Telegram. Mi ha sorpreso la reattitivà di Windows 10 su hardware vecchio di 10 anni (Core 2 Duo, certi Centrino, per non parlare degli Athlon), ma di questo parlerò in una prossima puntata di Tech is it. Adesso ecco la tabella con Donatore -> Modello -> Scuola/Associazione. Nei miei file originali ci sono molti altri dettagli su ogni macchina, ma ho pensato di lasciare l'essenziale in questa versione pubblica per far uscire meglio i nomi dei donatori.

DonatoreModelloScuola
Michele VeronesiLenovo Miix 310Istituto Comprensivo Bel Gioioso (PV)
Michele VeronesiLenovo Miix 310Istituto Comprensivo Bel Gioioso (PV)
Daniel Aurelio GaleazzoSamsung RV509Istituto Comprensivo Bel Gioioso (PV)
Alessandro StellaAsus P553MSocietà Cooperativa Sociale Utopia (PU)
Gian Toni BraviEeePC 1005PESocietà Cooperativa Sociale Utopia (PU)
Fabio VratognaHP Pavilion DV9 + mouse+ssdSocietà Cooperativa Sociale Utopia (PU)
Nicolò VianelloSamsung x360Società Cooperativa Sociale Utopia (PU)
Lorenzo GeromelAcer Aspire 5750GCircolo Didattico Sant'Agata Li Battiati (CT)
Marco FranciniAcer TravelMate 6293 i + mouseCircolo Didattico Sant'Agata Li Battiati (CT)
Marcello MoscettiSamsung Ativ XE500Circolo Didattico Sant'Agata Li Battiati (CT)
Carlo Alberto CamattiAcer TravelMate 6593Istituto Comprensivo Albano Loc. Cecchina (RM)
Carlo Alberto CamattiSamsung P580Istituto Comprensivo Albano Loc. Cecchina (RM)
Carlo Alberto CamattiAcer TravelMate 6593Istituto Comprensivo di Cembra (TN)
Marcello MoscettiDell Venue 11 ProIstituto Comprensivo di Cembra (TN)
Matteo CitterioSony Vaio VPCEA1S1EIstituto Comprensivo di Cembra (TN)
Marino Dell'OlioAsus Core i3 W10Scuola media statale Sant'Elia - Lurate Caccivio (CO)
Giulia AmbrosettiHP Pavilion DV6Scuola media statale Sant'Elia - Lurate Caccivio (CO)
Mirco PagliariniHP ProBook 4510sScuola media statale Sant'Elia - Lurate Caccivio (CO)
Andrea CanalAsus K54CScuola primaria Gianni Rodari - Lurate Caccivio (CO)
Andrea PonghettiSony VaioScuola primaria Gianni Rodari - Lurate Caccivio (CO)
Luigi De LauriToshiba L650Scuola primaria Gianni Rodari - Lurate Caccivio (CO)
Michele VeronesiAsus sx54CIstituto San Giuseppe (CT)
Alessio RuzzafanteAsus x52jIstituto San Giuseppe (CT)
Leonardo RaccanelloSamsung Ativ XE500T1CIstituto San Giuseppe (CT)
Gennaro CovinoAsus K53UPathos Soc. Coop. Sociale (PU)
Gianluca NapoletanoHP Pavilion DV6Pathos Soc. Coop. Sociale (PU)
Alessandro ProcacciCompaq CQ61Associazione scuola viva (RE)
Massimiliano OliosiMacBook 2006Associazione Scuola Viva (RE)
Andrea FaraoniSamsung NC210Associazione Scuola VIva (RE)
Andrea CalzaHP Pavilion 15Casa Villa Don Pietro Bonilli (PG)
Guido BertiAsus F553MIstituto Comprensivo De Gasperi Pende (BA)
Lorenzo BassiHP Compaq 610Istituto Comprensivo De Gasperi Pende (BA)
Valerio CiceroLenovo Miix 310Istituto Comprensivo De Gasperi Pende (BA)
Luca CiavattaAcer Aspire ES1-111M-C1LEIstituto Comprensivo Maria Capozzi (RM)
Luigi MiccoloSamsung R70Istituto Comprensivo Maria Capozzi (RM)
Enrico MeleSony Vaio 16' PCG-81212MIstituto Comprensivo Maria Capozzi (RM)
Andrea del noceAcer Aspire e1 570Circolo didattico San Lazzaro (PU)
Andrea GreggioHP Pavilion DV6Circolo didattico San Lazzaro (PU)
LenovoLenovo Miix 320Circolo didattico San Lazzaro (PU)
Gianluca MucciarelliApple MacBook + Magic MouseFattoria della Carità (CR)
Luca CiavattaAcer Aspire 5552Istituto Comprensivo Carlo Del Balzo (AV)
Carlo Alberto CamattiAcer TravelMate 6595GIstituto Comprensivo Carlo Del Balzo (AV)
LenovoLenovo Miix 320Istituto Comprensivo Carlo Del Balzo (AV)
Enrico StefanelliAcer TravelMate 5730Istituto Comprensivo statale Valmorea (CO)
Enrico StefanelliHP Compaq 6730bIstituto Comprensivo statale Valmorea (CO)
Francesco De StefanoHP Pavilion DV6Istituto Comprensivo statale Valmorea (CO)
Carlo Alberto CamattiAcer TravelMate 6595GITCG Aterno Mathonè (PE)
Eugenio SegabinazziLenovo Yoga 2 13''ITCG Aterno Mathonè (PE)
LenovoLenovo Miix 320ITCG Aterno Mathonè (PE)
AnonimoAsus Vivotab SmartIstituto Comprensivo di Caldogno (VI)
Carlo CannarellaAsus T100HIstituto Comprensivo di Caldogno (VI)
LenovoLenovo Miix 320Istituto Comprensivo di Caldogno (VI)
LenovoLenovo Miix 320Settimo Circolo didattico (PC)
Gianluca FucciAsus Eeebook x205 TA + micro SDSettimo Circolo didattico (PC)
Lorenzo PintoreAcer Aspire E1522Settimo Circolo didattico (PC)
LenovoLenovo Miix 320IC statale Guido Galli (MI)
LenovoLenovo Miix 320IC statale Guido Galli (MI)
Emiliano CambiHP pavilion DV3550IC statale Guido Galli (MI)
Simone PiuttiToshiba SATELLITE NB10-A-104ICS Giuliana Saladino (PA)
LenovoLenovo Miix 320ICS Giuliana Saladino (PA)
Stefano SenarighiSony Vaio VGN FW21EICS Giuliana Saladino (PA)
Luca BernabeiHP Envy 2012 BullonatoIstituto Comprensivo statale Capozzi-Galilei (BA)
Massimo LongoniSony Vaio modello: PCG-9Z1MIstituto Comprensivo statale Capozzi-Galilei (BA)
Francesco De StefanoToshiba centrino core2 T5500Istituto Comprensivo statale Capozzi-Galilei (BA)
Riccardo PaparettiAcer Aspire OneIstituto Comprensivo statale Modena 10 (MO)
Carlo Alberto CamattiHP Compaq 68SIstituto Comprensivo statale Modena 10 (MO)
Carlo Alberto CamattiHP Compaq 68SIstituto Comprensivo statale Modena 10 (MO )
Mauro GrazziSamsung Rv270Cooperativa sociale il faro (BR)
Emanuele QuintorioAcer Aspire 5738Cooperativa sociale il faro (BR)
Marco PittarelloAsus K52FCooperativa sociale Utopia (LT)
Beniamino del GaudioSony Vaio PCG-7182MCooperativa sociale Utopia (LT)
LenovoLenovo Miix 320Liceo Classico e Linguistico Muratori San Carlo (MO)
LenovoLenovo Miix 320Liceo Classico e Linguistico Muratori San Carlo (MO)
Eugenio LombardiAsus K50YJLiceo Classico e Linguistico Muratori San Carlo (MO)
LenovoLenovo Miix 320I.S.I.S.S.“L. EINAUDI – R. MOLARI (RN)
LenovoLenovo Miix 320I.S.I.S.S.“L. EINAUDI – R. MOLARI (RN)
LenovoLenovo Miix 320Istituto Comprensivo via Scopoli (PV)
LenovoLenovo Miix 320Istituto Comprensivo via Scopoli (PV)
Edoardo CerianiCompaq Presario cq57Istituto Comprensivo via Scopoli (PV)
LenovoLenovo Miix 320Istituto Comprensivo Di Vittorio - Padre Pio (FG)
Riccardo ZamPrognoHP Compaq Presario CQ60Istituto Comprensivo Di Vittorio - Padre Pio (FG)
Gian Luigi GaleazziSamsung RV520Istituto Comprensivo Di Vittorio - Padre Pio (FG)
LenovoLenovo Miix 320IT FERMI-ROTUNDI-EUCLIDE (FG)
LenovoLenovo Miix 320IT FERMI-ROTUNDI-EUCLIDE (FG)
Carlo CoppelliAsus K50IJIT FERMI-ROTUNDI-EUCLIDE (FG)
Luca DraoliHP 255 G3Istituto Comprensivo di Sogliano al Rubicone (FC)
Marco GaglianigoMacBook Pro 13Istituto Comprensivo di Sogliano al Rubicone (FC)
Matteo ScarpaFuijsu LifebookIstituto Comprensivo di Villa Lagarina (TN)
Daniele GusminiDell Venue 11 ProIstituto Comprensivo di Villa Lagarina (TN)
Giulia BertolottoHP Pavilion DM3Istituto Comprensivo di Villa Lagarina (TN)
Paolo NovettiAsus K50IJIstituto Comprensivo Japiga1 - Verga (BA)
Luca DraoliAcer V5-571Istituto Comprensivo Japiga1 - Verga (BA)
Daniele GusminiFujitsu Siemens AMILO Pi 3540Istituto Comprensivo Japiga1 - Verga (BA)
Matteo de AngeliMacBook Pro A1286La Casa di Seta (PD)
Niccolò KlingeriPad 2La Casa di Seta (PD)
Pierfrancesco PizziHP 255 G3Liceo Artistico statale della Villa Reale di Monza “Nanni Valentini (MB)
Carlo VezzoliCompaq CQ 58Liceo Artistico statale della Villa Reale di Monza “Nanni Valentini (MB)
Chiara CortiToshiba Satelite ProLiceo Artistico statale della Villa Reale di Monza “Nanni Valentini (MB)
Liliana GaddiiPad 3Casa Villa Don Pietro Bonilli (PG)
Piero DolardoAsus Pro 31JIstituto Comprensivo statale Bottacchi (NO)
Lorenzo GiglioHP Compaq 6820Istituto Comprensivo statale Bottacchi (NO)
Maura TinfenaAsus X54CIstituto Comprensivo statale Bottacchi (NO)
Luigi BaumetiPad 3Fattoria della Carità (CR)
Alberto RaheliHP ProBook 4530sICS “S. Alessandra” Rosolini (SR)
Raffaele CasolaCompaq Presario CQ56ICS “S. Alessandra” Rosolini (SR)
Lorenzo De PoliAcer Aspire 5738ZGICS “S. Alessandra” Rosolini (SR)
Alessandro TischerAsus EeePC Dual CoreAssociazione San Giovanni Apostolo Onlus (PA)
Michele D'AlessandroAcer Aspire OneAssociazione San Giovanni Apostolo Onlus (PA)
Stefano di PlacidoEeePC 1215BAssociazione San Giovanni Apostolo Onlus (PA)
Lorenzo De PoliMacBook Pro 15Unità Pastorale Cadebosco Sopra (RE)
Silvia FusariToshiba Satelite A300Istituto Comprensivo di Zanica (BG)
Luca DraoliHP 255 G3Istituto Comprensivo di Zanica (BG)
Gianluca SabatoSony Vaio W1S1EIstituto Comprensivo di Zanica (BG)
Guido ScarmiAsus EeeBook x205TACFP Erba Padre Monti (CO)
Marcello BulgarelliHP Compaq NC6400CFP erba Padre Monti (CO)
Enrico PredaIBM ThinkPad x60SParrocchia Salesiana Sacro Cuore (BR)
Nicola RiviniHP Compaq Presario CQ56-187SLParrocchia Salesiana Sacro Cuore (BR)
Alessio DaineseLenovo G560Centro Provinciale per l'Istruzione degli Adulti (SP)
Francesco GazzilliAsus K66ICCentro Provinciale per l'Istruzione degli Adulti (SP)
Daniele ZappaterraiPad Mini 2Istituto Comprensivo Pietro Leopoldo di Lorena di Roccastrada (GR)
Giulia BertolottoMacBook Pro 15Cooperativa sociale Utopia 2000 Ventotene (LT)
Fabrizio ForteiMac + Magic Trackpadin attesa di conferma
NON ADATTI O DANNEGGIATI
Luca CoscarellaAsus EeePC 1005PEnon idoneo
Antonio De NisiSamsung N140non idoneo
Andrea SaccomaniSamsung N220 Plusnon idoneo, restituito
Michele LiguoriHP Mini 210non idoneo
Marcello MoscettiMSI Wind U100non idoneo
Nicola CeccarelliAcer Aspire ONE A0751Hnon idoneo
Fabrizio ForteAcer Aspire One 532non idoneo
Michele D'AlessandroCompaq Mini 311non idoneo
Simone CampobassoAsus EeePC 1001PXnon idoneo
Simone CampobassoSamsung N130non idoneo
Enrico StefanelliPackard Bell Dots E2non idoneo
Enrico StefanelliPackard Bell Dotsnon idoneo
Lorenzo BassiSamsung N150non idoneo
Stefano di PlacidoEeePC 1201HAnon idoneo
Francesco IlardiLenovo Yogabooknon idoneo, restituito
Lorenzo DaveriAcer Aspire One D257non idoneo, restituito
Fabrizio RodiaEeePC S101non idoneo
Francesco De StefanoSony Vaio VGN-FW21Jdanneggiato
Antonio PaciAcer Aspire 5670danneggiato
TAB. 1. Progetto recupero laptop.

Ecco chi ha donato cosa e dove è finita, questa cosa.

Oltre ai nomi appena citati, devo ringraziare i ragazzi che hanno inviato webcam (davvero rare di questi tempi), memorie RAM soDIMM dai 2 agli 8 GB, SSD SATA o M.2, o altre parti di ricambio assecondando di volta in volta le mie richieste. Quindi: Alessandro Rumi, Savino Minerva, Matteo De Paola, Michele Ilari, Lorenzo Damasio Fiori, Lhcen Sahim, Michele Ilari, Lorenzo De Poli, Simona Stefanile, Francesco Cannillo, Stefano Di Placido e Paolo Ferrari.

La parte finale della tabella sopra contiene i modelli che ho scartato o restituito al mittente. Sono i famosi netbook con processore Atom a singolo core. Ne ho parlato per giorni nei messaggi vocali inviati al canale Telegram. In breve, non sono adatti ai compiti richiesti adesso dalle scuole. Non si possono fare videoconferenze con questi modelli, e nemmeno guardare video YouTube senza odiosi rallentamenti; e questo nonostante il potenziamento con SSD e RAM, e a prescindere dal sistema operativo. Ho provato DE come XFCE o LXDE, distro settoriali come Peppermint e AntiX, e setup più profondi con VoidLinux o Arch Linux. In tutti i casi non ho ritenuto il risultato ideoneo alle scuole. Serve almeno una CPU Dual Core (Atom N550/N570/N2600/N2800) per muovere meglio il browser e aggirare la mancanza della decodifica hw della GPU durante lo streaming online. Non è solo una questione di potenza ma di supporto software (la maggior parte delle CPU fa girare solo sistemi a 32-bit) e di risoluzione dello schermo, inadeguata per il web del 2020. Ho provato per giorni a farne altro, ad usarli in qualche modo (retrogaming, laptop per Skype con Windows 7, laptop per bambini o asili) ma alla fine ho scelto di lasciar perdere, per adesso, e di concentrarmi su quel che occorre adesso. Ho contattato i proprietari dei prodotti per offrire una riconsegna; alcuni hanno già risposto, altri lo faranno a breve. In un modo o nell'altro troverò la via di destinare queste macchine a chi può ancora averne bisogno. Preciso che la qualità costruttiva di alcuni netbook è superiore ai laptop attuali; tutto EeePC S101, per dire, ma anche la tastiera del Samsung N220 Plus. Ho un progetto in corso per la creazione di una macchina per scrivere adatta ai tempi moderni basato su un HP Mini 5103 con Void Linux e nessuna interfaccia utente. Ne ho parlato diverse volte nei mesi ma prometto di approfondire questi discorsi una volta terminate le prove.

Dei problemi con il software proprietario della scuola italiana ho già parlato nei video di resoconto pubblicati ogni fine settimana; non ci torno qua, ma lascio un appunto per far presente la cosa. Che l'emergenza di questi mesi sia lo spunto per mettere a posto questo aspetto ed essere pronti ad un'istruzione slegata dalle sovvenzioni delle aziende, dai software che ti obbligano a cambiare il parco macchine ogni due anni, dalle dirigenze scolastiche che se ne fregano. I principi di base dell'informatica, e di consequenza della didattica a distanza, non possono essere trattati come una materia tra le tante. Serve consapevolezza nel proprio ruolo e idee comuni, non stranezze per tirare a campare fino alla prossima vacanza estiva.

Restauro PC per le scuole di Riccardo Palombo.
FIG. 2. Per giorni ho documentato l'arrivo dei prodotti con immagini e brevi filmati pubblicati su Instagram.

SPESE ATTUALI

Circa 1860 euroSSD e RAM Circa 1080 euroBatterie, alimentatori, mouse, tastiere e webcam Circa 552 euroSpedizioni Circa 680 euroRitiri dei prodotti Circa 130 euroSoftware e licenze Circa 178 euroAltro materiale (spray, guanti, pasta termica, aria compressa, nastro pacchi, pluriball, adesivi) TotaleCirca 4742 euro Nota Questa tabella è aggiornata al 10 maggio 2020.
IL SOSTEGNO DEI COLLEGHI

Durante queste settimane ho partecipato a diverse dirette streaming con i colleghi. Al di là del passaggio su Radio24 ("Uno, nessuno, 100Milan" dell'8 aprile 2020), ho parlato nei canali di Andrea Galeazzi, Saggiamente (Maurizio Natali), CampusParty Italia (Giacomo Barbieri), LegaNerd (Antonio Moro), TechPrincess (Fjona Cakalli), Evosmart (Emanuele Guerrini). Ringrazio davvero questi ragazzi e queste ragazze per lo spazio che mi hanno dedicato, così come ringrazio Niccolò Roli di HDblog per la grossa donazione che ha dato un senso diverso a tutto il progetto.

Mi scuso, invece, con chi mi ha mandato inviti a cui non ho risposto. Da una parte, non ho avuto tempo; dall'altra, non ho voluto essere troppo presente, farmi vedere più del dovuto. In venti anni di lavoro online ho partecipato soltanto a due interviste ed è perché non mi piace farle. Cerco sempre di starne alla larga. Per questo progetto ho lasciato perdere le mie fissazioni e ho accettato le proposte dei colleghi più stretti. Solo questo. Tutto qua.

E adesso?

          Mi son rimaste parecchie cose. Parto da quelle materiali, e cito o netbook single core che i proprietari hanno deciso di lasciarmi (cinque, per il momento), qualche componente come RAM, pasta termica, spray vari, un iMac, un MacBook Pro e un iPad Mini che, mentre scrivo, sabato pomeriggio, aspettano la certezza di una destinazione; poi aggiungerò i dettagli alla tabella. Ho anche tanti hard disk da 2.5 pollici da 5400 o 7200 rpm.

E mi restano anche più di 6500 euro da investire in una iniziativa analoga. Ho diverse idee, avevo diverse idee, ma la pressione degli ultimi giorni, quel brutto affare della truffa e della denuncia (consiglio: guardate il video), qualche altra consapevolezza frivola che col tempo mi andrà via, e anche un ritorno alla normalità ancora lontano, mi stanno facendo pensare ad altro. Per qualche giorno ho creduto di voler restituire queste donazioni in avanzo. Ma poi ho ragionato sull'opportunità che ho in mano, e allora ho promesso a me stesso di prendere un po' di tempo, di pensarci un po' a mente e cuore libero. Userò quelle donazioni per dare un computer a chi non ce l'ha; devo solo ragionare sul metodo. Se un mese fa volevo aiutare le scuole, adesso mi piacerebbe arrivare subito all'individuo, o forse agli ospedali, ai centri dove il bello della tecnologia può fare la differenza. Senza aziende di mezzo, senza associazioni di mezzo. Un iMac in un ospizio, per fare le chiamate Skype o per guardare in gruppo una partita, una serie su Netflix, quanto sarebbe vicino a tutto questo? Non ho le idee chiare ma so bene cosa non voglio che si ripeta.

E poi mi resta la consapevolezza, anzi, la certezza, che la community online non è solo richiesta ma anche dono, che i ragazzi là fuori possono fare la differenza, che in fondo rinunciare a tutto per averli più vicini, al tuo fianco mentre fai le cose, è stato il miglior business plan, per dirla come chi mi continua a chiedere qual è il mio progetto a lungo termine, che ho potuto fare. Io sono uno di voi, e voi siete un po' di me.

Progetto restauro PC di Riccardo Palombo